Romeo Models
  Home Page » Catalogo » 54 mm » RM 54-028 Il mio account  |  Cosa c'è nel carrello  |  Acquista   
Categorie
Scala 1/35 (7)
54 mm (96)
75 mm (60)
80 mm (3)
90 mm (9)
Fantasy (5)
Ambientazioni per figure 54 mm (19)
Ambientazioni per figure 75 mm
Fuori Produzione - Ultimi pezzi (1)
Busti (5)
Romanici e Antichi (45)
Medievali (42)
Rinascimentali (17)
XVIII Secolo (5)
Napoleonici (26)
Western e Moderni (33)

Novità Altro
RM 54-118 Granatiere della Guardia Reale
RM 54-118 Granatiere della Guardia Reale
29.50EUR
Ricerca veloce
 

Usa parole chiave per trovare il prodotto
Ricerca avanzata
Informazioni
Spedizioni e Resi
Privacy
Condizioni d'uso
Contattaci
Galleria Clienti
FAQ sui Buoni Regalo
Cavaliere Normanno (1066)
[RM 54-028]
29.50EUR

Cavaliere Normanno - Battaglia di Hastings 1066
RM 54-028

Cenni storici:
Sabato14 ottobre 1066. I normanni cominciarono l'avanzata all'Ora Prima, circa le sei del mattino, scendendo verso la cittadina di Hastings, prima tappa di un viaggio d'arme che avrebbe portato il loro condottiero a Londra. Lungo il cammino, l'esercito del duca Guglielmo avrebbe preso contatto con gli inglesi al comando di Aroldo II, nella zona di Telham Hill. Alla Ora Terza al suono delle trombe e dei corni ebbe inizio la battaglia, gli inglesi tatticamente inferiori ai normanni riuscirono a resistere grazie al muro di scudi della fanteria profondo cinque uomini, dispiegato su una linea di circa 800 metri ed alla elevata pendenza della collina. Solo un modo esisteva per rompere la formazione degli inglesi ed era quella di attirarli fuori dallo schieramento. Lo storico Guglielmo di Poitiers sostiene che il duca Guglielmo abbia ordinato a diversi gruppi di cavalieri di adottare la tattica delle finte fughe. Così facendo i normanni riuscirono ad attirare gli inglesi fuori dal centro della battaglia, dove con un repentino cambio di fronte gli incauti anglosassoni venivano massacrati da isolati gruppi di cavalieri. In questa fase confusa della battaglia, dopo circa nove ore di battaglia, avvenne la morte di re Aroldo trafitto da una freccia. Lo stendardo del drago rosso di Wessex passava in mano normanna e l'Inghilterra anglosassone cessava di esistere. Dopo un viaggio di conquista di circa 850 chilometri, il duca Gugliemo arrivato a Londra, fu incoronato re d'Inghilterra il giorno di Natale dell'anno1066 a Westminster.
Appare ovvio che in questa sede non è possibile trattare in modo esauriente gli eventi che portarono alla conquista normanna dell' Inghilterra, sarebbe ingiusto e troppo restrittivo, ma fortunatamente la bibliografia a riguarda non manca.
Il figurino rappresenta un cavaliere normanno alla fine della battaglia mentre prende possesso di uno degli stendardi di Aroldo II, il dragone rosso simbolo della contea del Wessex.

Guida alla pittura:
Elmo conico in metallo dotato di barra guardanaso e volte rinforzato con bande laterali, gli spicchi interni possono essere dipinti o decorati a piacere, gli elmi erano allacciati con stringhe di cuoio per evitare lo smarrimento sui campi di battaglia, cappuccio sottostante in tessuto o in pelle morbida bordato di cuoio rossiccio;
Usbergo bordato di cuoio scuro e composto da scaglie di metallo, corno o cuoio fissate ad una sottoveste, di sotto ad essa solitamente era vestita un'ulteriore casacca a maniche corte che poteva essere di tessuto imbottito o di pelle morbida o di normale tessuto colorato a piacere con o senza decori, ancora sotto un'ulteriore camicia a maniche lunghe di cotone durante la stagione calda e di lana durante quella fredda anch'essa colorata a piacere, mantello in lana colorato a piacere con o senza decori;
Pantaloni di lana legati alla caviglia colorati a piacere, legacci alle ginocchia in cuoio rossiccio o in stoffa di vari colori, guanti e scarpe in cuoio bollito marrone scuro, speroni in ferro a punta piccola;
Cintura alla vita in cuoio marrone, fodero della spada di legno ricoperto di pelle con puntale in ferro, elsa della spada con pomello a fungo in ferro con impugnatura in budello d'animale;
Scudo in legno detto "a mandorla" ricoperto di cuoio con umbone centrale in ferro, sulla superficie venivano disegnati draghi, leoni o croci di vario tipo, imbottitura interna in cuoio marrone rossiccio con "enarmes" o cinghie da presa di varia foggia in numero di due per l'avambraccio e la mano.
Stendardo: Gli arazzi riportano alcuni tipi di bandiere inglesi, fra queste lo Stendardo del Drago del Wessex che sventolava sul Quartiere di Aroldo durante la battaglia. Esso era in realtà una specie di banderuola attaccata all'asta di sostegno, con forma di drago completa di muso e zampe anteriori. La testa era di bronzo dipinta in colore rosso, il corpo era in stoffa sempre di colore rosso mentre le ali erano in stoffa di colore bianco.Le sue origini richiamano alla mente i simboli della tarda cavalleria romana.

Cenni storirici a cura di Salvo Platania.
Scultura: G. La Rocca

Questo prodotto è stato aggiunto al nostro catalogo il sabato 10 febbraio, 2007.
 Recensioni 
I clienti che hanno comprato questo prodotto hanno acquistato anche:
Capo Celtico - III Secolo a.C.
Capo Celtico - III Secolo a.C.
Cavaliere Sassanide
Cavaliere Sassanide
Guerriero Musulmano XIII Sec.
Guerriero Musulmano XIII Sec.
Ufficiale Portastendardo Granatieri Guardia Reale - R.d.N.
Ufficiale Portastendardo Granatieri Guardia Reale - R.d.N.
Ufficiale di Fanteria Bizantina - VI Sec. d.C.
Ufficiale di Fanteria Bizantina - VI Sec. d.C.
Ufficiale della Guardia di Marina - Regno di Napoli 1811-15
Ufficiale della Guardia di Marina - Regno di Napoli 1811-15
Carrello spesa Altro
0 prodotti ...è vuoto
Comunicazioni Altro
ComunicazioniComunica gli aggiornamenti diCavaliere Normanno (1066)
Dillo ad un amico
 

Invia questa pagina ad un amico.
Recensioni Altro
Scrivi una recensioneScrivi una recensione su questo prodotto!
Lingue
Italiano English
Valute

Official PayPal Seal

VISA Card Master Card Discover Card American Express e-check



Copyright © 2017 Romeo Models
Romeo Models S.n.c.
Via M.Lessona, 14
95124 Catania
P.IVA 04249350879
Realizzato dal Team Romeo Models su base osCommerce software