Romeo Models
  Home Page » Catalogo » 54 mm » RM 54-071 Il mio account  |  Cosa c'è nel carrello  |  Acquista   
Categorie
Scala 1/35 (7)
54 mm (94)
75 mm (60)
80 mm (3)
90 mm (9)
Fantasy (5)
Ambientazioni per figure 54 mm (19)
Ambientazioni per figure 75 mm
Fuori Produzione - Ultimi pezzi (1)
Busti (5)
Romanici e Antichi (45)
Medievali (42)
Rinascimentali (17)
XVIII Secolo (5)
Napoleonici (26)
Western e Moderni (33)

Novità Altro
Roche Braziliano - Buccaneer, 1668
Roche Braziliano - Buccaneer, 1668
47.00EUR
Ricerca veloce
 

Usa parole chiave per trovare il prodotto
Ricerca avanzata
Informazioni
Spedizioni e Resi
Privacy
Condizioni d'uso
Contattaci
Galleria Clienti
FAQ sui Buoni Regalo
''Osceola'' Capo dei Seminoles
[RM 54-071]
29.50EUR

Osceola (1803-1838)
Capo della tribu Seminole

Il nome dei Seminole deriva dalle parole Creek “Sim-a-no'-le”, o “Isti simanóle”, che significano separatisti o fuggiaschi, perché la tribù, il cui nucleo iniziale era formato da Oconee, venne completata da Muscogee(Creek) e Hitchiti, e da Alabama, Yamasee, Yuchi e schiavi negri scappati dalle piantagioni del Sud Carolina e della Georgia. Questa composita popolazione si era insediata nella parte centrale della Florida.
Nel 1812 i Seminole rimasero coinvolti nel conflitto tra Spagna e Stati Uniti, ma si batterono per la prima volta contro i bianchi nel 1817-18, quando il Gen. Andrew Jackson invase la Florida con circa 3000 uomini e costrinse la Spagna a cedere, nel 1819, la regione agli Stati Uniti. La politica di rimozione dei nativi obbligò i Seminole a cedere i loro territori con il trattato di Fort Moultrie, ma con il nuovo trattato di Paynes Land del 1832 il Governo americano impose una deportazione di tre anni oltre il Mississippi. La maggioranza della tribù rifiutò il nuovo trattato, guidata da Osceola iniziò nel 1835 la seconda guerra, terminata nel 1842. Una terza guerra fu combattuta contro le truppe americane dal 1855 al 1858, ma infine la resistenza ebbe fine con l’esilio della tribù verso l’Oklahoma. Le guerre costarono al Governo USA venti milioni di dollari e circa 1500 uomini, probabilmente il numero più alto registrato nelle campagne contro gli indiani, e l’episodio più tragico fu l’annientamento del contingente di 108 uomini guidato dal Maggiore Dade, durante la seconda guerra.
Osceola deve il suo nome all’associazione dei termini Asi (una bevanda scura alla caffeina) e Yaholo (il grido lamentoso urlato dai servitori della bevanda durante il giro di bevute). Era nato probabilmente nel 1803, da una donna Creek chiamata Polly Copinger, sposata con un uomo bianco di nome William Powell. Si dice che il nonno paterno fosse Scozzese, e questa ascendenza spiegherebbe fattezze meticcie e la statura di circa 1,80m. anche se Osceola sosteneva che William Powell era solo il patrigno e che lui era di sangue indiano puro.
Probabilmente partecipò sin da giovanissimo al primo conflitto con i bianchi nel 1817, alcuni rapporti riferiscono che venne catturato negli scontri sul fiume Enconfino dalle truppe del generale Jackson e rilasciato per la sua giovane età. Quando ai Seminole fu imposto di lasciare la Florida, nel 1833, diversi capi accettarono, ma non Osceola, che radunò diversi gruppi pronti a disobbedire. Uccise l’Agente indiano Wiley Thompson, il promotore dell’esilio verso l’Oklahoma, e si sbarazzò di Charley Emathla, uno dei capi sottomessi, gettando sul suo corpo i soldi ricevuti dai bianchi per la sottomissione. Dopo aver nascosto gli anziani, le donne ed i bambini in un luogo sicuro e introvabile dai bianchi, Osceola iniziò una guerriglia sanguinosa che per circa due anni sparse il panico nella regione, sfuggendo all’esercito americano che gli dava la caccia e beffando i vari comandanti incaricati di acciuffarlo, come il Generale Duncan Lamont Clinch o il Generale Gaines. Infine, nell’autunno del 1837, il Generale Jesup attirò Osceola in un tranello, invitandolo ad una conferenza di pace, ma durante l’incontro lo fece arrestare e tradurre nel carcere di Fort Moultrie. Dopo alcuni mesi di prigionia sofferta, Osceola morì il 30 gennaio 1838, non si sa se per malaria, avvelenato, o per crepacuore a causa della cattività.

Osceola 1803-1838 Capo della tribu Seminole Il nome dei Seminole deriva dalle parole Creek “Sim-a-no'-le”, o “Isti simanóle”, che significano separatisti o fuggiaschi, perché la tribù, il cui nucleo iniziale era formato da Oconee, venne completata da Muscogee(Creek) e Hitchiti, e da Alabama, Yamasee, Yuchi e schiavi negri scappati dalle piantagioni del Sud Carolina e della Georgia. Questa composita popolazione si era insediata nella della Florida. Nel 1812 i Seminole rimasero coinvolti nel conflitto tra Spagna e Stati Uniti, ma si batterono per la prima volta contro i bianchi nel 1817-18, quando il Gen. Andrew Jackson invase la Florida con circa 3000 uomini, e costrinse la Spagna a cedere nel 1819 la regione agli Stati Uniti. La politica di rimozione dei nativi obbligò i Seminole a cedere i loro territori con il trattato di Fort Moultrie, ma con il nuovo trattato di Paynes Land del 1832 il Governo americano impose una deportazione di tre anni oltre il Mississippi. La maggioranza della tribù rifiutò il nuovo trattato, guidata da Osceola iniziò nel 1835 la seconda guerra, terminata nel 1842. Una terza guerra fu combattuta contro le truppe americane dal 1855 al 1858, ma infine la resistenza ebbe fine con l’esilio della tribù verso l’Oklahoma. Le guerre costarono al Governo USA venti milioni di dollari e circa 1500 uomini, probabilmente il numero più alto registrato nelle campagne contro gli indiani, e l’episodio più tragico fu l’annientamento del contingente di 108 uomini guidato dal Maggiore Dade, durante la seconda guerra. Osceola deve il suo nome all’associazione dei termini Asi (una bevanda scura alla caffeina) e Yaholo (il grido lamentoso urlato dai servitori della bevanda durante il giro di bevute). Era nato probabilmente nel 1803, da una donna Creek chiamata Polly Copinger, sposata con un uomo bianco di nome William Powell. Si dice che il nonno paterno fosse Scozzese, e questa ascendenza spiegherebbe fattezze meticcie e la statura di circa 1,80m. anche se Osceola sosteneva che William Powell era solo il patrigno e che lui era di sangue indiano puro. Probabilmente partecipò sin da giovanissimo al primo conflitto con i bianchi nel 1817, alcuni rapporti riferiscono che venne catturato negli scontri sul fiume Enconfino dalle truppe del generale Jackson e rilasciato per la sua giovane età. Quando ai Seminole fu imposto di lasciare la Florida, nel 1833 diversi capi accettarono, ma non Osceola, che radunò diversi gruppi pronti a disobbedire. Uccise l’Agente indiano Wiley Thompson, il promotore dell’esilio verso l’Oklahoma, e si sbarazzò di Charley Emathla, uno dei capi sottomessi, gettando sul suo corpo i soldi ricevuti dai bianchi per la sottomissione. Dopo aver nascosto gli anziani, le donne ed i bambini in un luogo sicuro e introvabile dai bianchi, Osceola iniziò una guerriglia sanguinosa che per circa due anni sparse il panico nella regione, sfuggendo all’esercito americano che gli dava la caccia e beffando i vari comandanti incaricati di acciuffarlo, come il Generale Duncan Lamont Clinch o il Generale Gaines. Infine, nell’autunno del 1837, il Generale Jesup attirò Osceola in un tranello, invitandolo ad una conferenza di pace, ma durante l’incontro lo fece arrestare e tradurre nel carcere di Fort Moultrie. Dopo alcuni mesi di prigionia sofferta, Osceola morì il 30 gennaio 1838, non si sa se per malaria, avvelenato, o per crepacuore a causa della cattività.

Scultura: Maurizio Bruno
Note e ricerca storica: Marcello Grimaldi

Questo prodotto è stato aggiunto al nostro catalogo il domenica 15 aprile, 2007.
 Recensioni 
I clienti che hanno comprato questo prodotto hanno acquistato anche:
Anglo-sassone “Huscarle” , Hastings  1066
Anglo-sassone “Huscarle” , Hastings 1066
Lanzichenecco doppio-soldo
Lanzichenecco doppio-soldo
Geronimo (Goyathlay) 1829 – 1909 (Capo Apache)
Geronimo (Goyathlay) 1829 – 1909 (Capo Apache)
Carrello spesa Altro
0 prodotti ...è vuoto
Comunicazioni Altro
ComunicazioniComunica gli aggiornamenti di''Osceola'' Capo dei Seminoles
Dillo ad un amico
 

Invia questa pagina ad un amico.
Recensioni Altro
Scrivi una recensioneScrivi una recensione su questo prodotto!
Lingue
Italiano English
Valute

Official PayPal Seal

VISA Card Master Card Discover Card American Express e-check



Copyright © 2017 Romeo Models
Romeo Models S.n.c.
Via M.Lessona, 14
95124 Catania
P.IVA 04249350879
Realizzato dal Team Romeo Models su base osCommerce software